Skip to main content

5 Courses

FNC-ROMEX
Industria 4.0 e digital transformation
Preview Course

Industria 4.0 e digital transformation

FNC-ROMEX

L'Internet delle cose (IdC), in inglese Internet of Things (IoT), è un neologismo utilizzato nel mondo delle telecomunicazioni riferito all'estensione di internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti.

Il concetto rappresenta una possibile evoluzione dell'uso della rete internet: gli oggetti (le "cose") si rendono riconoscibili e acquisiscono intelligenza grazie al fatto di poter comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni aggregate da parte di altri[4]. Le sveglie suonano prima in caso di traffico, le scarpe da ginnastica trasmettono tempi, velocità e distanza per gareggiare in tempo reale con persone dall'altra parte del globo, i vasetti delle medicine avvisano i familiari se si dimentica di prendere il farmaco. Tutti gli oggetti possono acquisire un ruolo attivo grazie al collegamento alla Rete.[5]

Per "cosa" o "oggetto" si può intendere più precisamente categorie quali: dispositivi, apparecchiature, impianti e sistemi, materiali e prodotti tangibili, opere e beni, macchine e attrezzature. Questi oggetti connessi che sono alla base dell’Internet delle cose si definiscono più propriamente smart object (in italiano oggetti intelligenti) e si contraddistinguono per alcune proprietà o funzionalità. Le più importanti sono identificazione, connessione, localizzazione, capacità di elaborare dati e capacità di interagire con l’ambiente esterno.[6]


  • (0)
  • BIG DATA
    Industria 4.0 e digital transformation
    Preview Course

    Industria 4.0 e digital transformation

    BIG DATA


    In statistica e informatica, la locuzione inglese big data ("grandi [masse di] dati", o in italiano megadati) indica genericamente una raccolta di dati informativi così estesa in termini di volume, velocità e varietà da richiedere tecnologie e metodi analitici specifici per l'estrazione di valore o conoscenza. Il termine è utilizzato dunque in riferimento alla capacità (propria della scienza dei dati) di analizzare ovvero estrapolare e mettere in relazione un'enorme mole di dati eterogenei, strutturati e non strutturati (grazie a sofisticati metodi statistici e informatici di elaborazione), al fine di scoprire i legami tra fenomeni diversi (ad esempio correlazioni) e prevedere quelli futuri. I big data possono essere utilizzati per diversi scopi tra cui quello di misurare le prestazioni di un'organizzazione nonché di un processo aziendale.

  • (0)
  • BlockChain
    Industria 4.0 e digital transformation
    Preview Course

    Industria 4.0 e digital transformation

    BlockChain

    La blockchain (letteralmente "catena di blocchi") è una "struttura dati" condivisa e "immutabile". È definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in "blocchi", concatenati in ordine cronologico, e la cui integrità è garantita dall'uso della crittografia. Sebbene la sua dimensione sia destinata a crescere nel tempo, è immutabile nel concetto di "quanto". Il suo contenuto una volta scritto tramite un processo normato, non è più né modificabile né eliminabile, a meno di non invalidare l'intero processo.


  • (0)
  • IoT - Internet of Things
    Industria 4.0 e digital transformation
    Preview Course

    Industria 4.0 e digital transformation

    IoT - Internet of Things

    L'Internet delle cose (IdC), in inglese Internet of Things (IoT), è un neologismo utilizzato nel mondo delle telecomunicazioni riferito all'estensione di internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti.

    Il concetto rappresenta una possibile evoluzione dell'uso della rete internet: gli oggetti (le "cose") si rendono riconoscibili e acquisiscono intelligenza grazie al fatto di poter comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni aggregate da parte di altri[4]. Le sveglie suonano prima in caso di traffico, le scarpe da ginnastica trasmettono tempi, velocità e distanza per gareggiare in tempo reale con persone dall'altra parte del globo, i vasetti delle medicine avvisano i familiari se si dimentica di prendere il farmaco. Tutti gli oggetti possono acquisire un ruolo attivo grazie al collegamento alla Rete.[5]

    Per "cosa" o "oggetto" si può intendere più precisamente categorie quali: dispositivi, apparecchiature, impianti e sistemi, materiali e prodotti tangibili, opere e beni, macchine e attrezzature. Questi oggetti connessi che sono alla base dell’Internet delle cose si definiscono più propriamente smart object (in italiano oggetti intelligenti) e si contraddistinguono per alcune proprietà o funzionalità. Le più importanti sono identificazione, connessione, localizzazione, capacità di elaborare dati e capacità di interagire con l’ambiente esterno.[6]


  • (0)
  • STAMPA 3D
    Industria 4.0 e digital transformation
    Preview Course

    Industria 4.0 e digital transformation

    STAMPA 3D

    Cos'è la stampa 3D?

    La stampa 3D o la produzione additiva è un processo di creazione di oggetti solidi tridimensionali da un file digitale.

    La creazione di un oggetto stampato in 3D si ottiene utilizzando processi additivi. In un processo additivo si crea un oggetto stendendo strati successivi di materiale fino alla creazione dell'oggetto. Ciascuno di questi strati può essere visto come una sezione trasversale dell'oggetto tagliata a fette sottili.

    La stampa 3D è l'opposto della produzione sottrattiva che consiste nel ritagliare/scavare un pezzo di metallo o plastica con, ad esempio, una fresatrice.

    La stampa 3D consente di produrre forme complesse utilizzando meno materiale rispetto ai metodi di produzione tradizionali.


  • (0)